11 maggio 2017

Recensione: The Chemist, la specialista di S. Meyer



Buongiorno lettori e ben tornati qui sul blog! Oggi come vi avevo anticipato sono qui per parlarvi di un romanzo thriller che ha pubblicato la Meyer...sta donna ha scritto un capolavoro con Twilight e invece di finire Midnight Sun o la serie de L'ospite scrive altro.... maaaaaa insomma :P


Lei lavorava per il governo degli Stati Uniti, per un’agenzia così segreta che non ha neanche un nome. È un’esperta nel suo campo, ma adesso sa qualcosa che non dovrebbe sapere, e i suoi ex capi la vogliono morta. Subito.Non può restare a lungo nello stesso posto, né mantenere la medesima identità per troppo tempo, e l’unica persona di cui si fidava è stata uccisa. Quando le viene offerta la possibilità di mettersi in salvo, in cambio di un ultimo lavoro, lei accetta, ma nel momento in cui si prepara ad affrontare la sfida più dura, si innamora di un uomo. E sarà una passione che può soltanto diminuire le sue possibilità di sopravvivenza.Mentre tutto si complica, la Specialista sarà costretta a mettere in pratica il suo «talento» come mai prima. In un mondo in cui i rapporti di fiducia mutano di continuo, dovrà muoversi con ingegno e astuzia per proteggere se stessa e l’uomo che ama.Stephenie Meyer ha creato un’eroina affascinante e feroce e dato vita a un romanzo potente che trascina il lettore in un vortice ad alto tasso adrenalinico: crimini, fughe, torture, giochi e doppi giochi di spionaggio, in bilico tra passioni e ragioni assolute.


Titolo: The Chemist
Libro Autoconclusivo
Autore: Stephenie Meyer
Editore: Rizzoli
Genere: Thriller
Pagine: 507
Pubblicazione: novembre 2016

 

La protagonista di questa storia è la dottoressa Juliana Fortis, che nel libro verrà chiamata con mille altri nomi, nota a tutti come Alex. Alex ha lavorato per una società segreta, chiamata generalmente Il Dipartimento, per un sacco di anni e adesso è perseguitata dai suoi ex capi perchè viene considerata una minaccia. Il suo lavoro consisteva infatti nel torturare tramite composti chimici di cui era una specialista, i vari prigionieri e cercare di scovare i loro segreti. Ecco perchè con tutte le sue scoperte viene considerata pericolosa. All'inizio ci viene presentato il suo modo di vivere attuale ovvero da fuggitiva e ci vengono spiegati tutti i sistemi e i trucchi che usa per scappare dal Dipartimento che la sta cercando. Durante una delle sue fughe, incontra Daniel, un professore di pallavolo, che cercherà di aiutarla e appoggiarla nei suoi piani. Oltre a Daniel ci viene introdotto anche il fratello Kevin che lavora nello stesso mondo di Alex, in quanto è un ex agente della Cia anche se ora si occupa di cani esperti in fughe.

Il romanzo è molto più adulto rispetto ai suoi precedenti lavori. La Meyer è diventata molto accurata nelle descrizioni, anche dei particolari. Vengono infatti descritti i composti chimici, le torture e i metodi di sicurezza molto accuratamente. Nulla quindi a che vedere con i romanzi di stampo più leggero. Può sembrare lento soprattutto all'inizio ma poi il romanzo si riprende e si scovano perle su perle, come le battutine simpatiche fra i vari personaggi del romanzo che spezzano un pò il clima pesante. Il linguaggio è a tratti molto specifico ma questo non cambia la capacità del libro di tenerti incollata alla pagine fino all'ultima riga.

Mi è piaciuto davvero e devo fare i complimenti alla Meyer per questo altro lavoro. Purtroppo so che molti non la considereranno per via di Twilight e la snobberanno ma è un vero peccato perchè questo romanzo merita qualcosina di più del poco successo che ha avuto.

A presto 
Kris 

0 commenti:

Posta un commento

 

MidNight's Books Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang