09 gennaio 2017

Recensione: Natale a Puffin Island di Sarah Morgan


Buongiorno lettori e ben tornati sul mio blog! Ho iniziato questo lunedì con un terribile mal di testa che però non mi ha impedito di terminare la mia ultima lettura. Uno degli obiettivi di quest'anno, i famosi 91 della challange, era leggere un bel romance da 5 stelle e a questo io ne darei anche 6! Sto parlando del libro conclusivo della trilogia di Puffin Island.

Skylar Tempest non ha mai capito il fascino di Alec Hunter. Lui è un storico rinomato a livello
mondiale, e allora?  È anche cinico, sostenuto e determinato a pensare il peggio di lei. Così quando per uno scherzo del destino si ritrova a passare il periodo pre-natalizio con Alec e la sua famiglia, non si aspetta certo che questo tempo si riveli allegro o luminoso.
Alec ha imparato nel peggiore dei modi a non fidarsi delle belle donne - e Skylar è la donna più bella che abbia mai visto. Ma mentre la guarda gettarsi nel caos festivo della sua famiglia, Alec realizza che c'è molto di più in questa bomba sexy bionda di quello che vedono gli occhi.
Con il Natale dietro l'angolo, Alec e Skylar ritornano a Puffin Island, un legame incerto instaurato tra i due. Nessuno dei due intende innamorarsi ma mentre la notte diventa più scura, e il fuoco tra di loro più caldo, può essere questa la possibilità per Alec e Skylar di trovare il loro lieto fine? 


 Titolo: Natale a Puffin Island
Autore: Sarah Morgan
Editore: HarperCollins
Genere: Narrativa Romance
Pagine: 379
Pubblicazione: novembre 2016
Luogo: Londra, Puffin Island -Maine Stati Uniti
Stagione: Inverno


Questo libro è il terzo volume della trilogia di Puffin Island, pur essendo tre libri autoconclusivi con tre protagoniste diverse, i romanzi vanno letti in ordine perchè nel secondo/terzo ci sono spoiler sulle altre protagoniste. Chi di voi non ha letto i primi due potrebbe incappare in spoiler sulla trama di questi. 

 Uno dei miei obiettivi era leggere un romance a 5 stelle e questo per me è un capolavoro. Non è un capolavoro di letteratura tipo classici o stile Harry Potter, ma è davvero un bel libro. 
La nostra protagonista è Skylar, Sky per gli amici, bionda sognatrice che per vivere fa l'artista. Lei compone gioielli e dipinde e questo è uno dei motivi per cui i suoi genitori non l'accettano. Lei doveva mantenere il buon nome della famiglia Tempest e diventare avvocato. Il carattere non le manca e in questo libro si apprezza molto di più. Come dicevo la trilogia di Puffin Island racconta le avventure di tre amiche: Emily che si ritrova a fare da mamma alla sua nipotina, di cui non sapeva nemmeno l'esistenza, Brittany che si ritrova di nuovo tra le braccia del suo ex marito, sposato a 18 anni e dopo 10 giorni abbandonata da lui e Sky, fidanzata con un politico scelto solo per compiare i suoi genitori. Dopo aver letto di come Emily ritrova il suo equilibrio una volta a Puffin Island e di come Brit riconquista il suo ex marito, ora ci imbattiamo in Sky. 

La prima parte del libro è ambientata a Londra dove Sky sta per inaugurare la sua prima mostra di gioielli. Nessuna delle sue due amiche riesce a venire a Londra, ma viene mandato Alec, il giovane cacciatore di relitti di Puffin Island, amico di Ryan e Zach, compagni di Emily e Brit. Alla mostra succede qualcosa che Sky non aveva programmato e tutto il suo mondo va in pezzi in pochi minuti. Rimasta sola e senza certezze viene prontamente salvata da un cavaliere che non solo in poco tempo la renderà libera e felice di essere e dimostrarsi com'è realmente, ma le farà perdere la testa come non le era mai capitato nella sua vita. La storia d'amore di Sky è più realistica delle tre, inizia per gioco/scherzo e ci si finisce dentro davvero. 

Questo libro mi è piaciuto dalla prima all'ultima pagina, che ho divorato in pochissimo e non cambierei nemmeno una parola. E' stato semplicemente perfetto, un romance da 5 stelle senza dubbio. Ho trovato un errore di verbi madornale all'inizio del libro e in due occasioni il protagonista veniva chiamato Alex invece che Alec. Continuavo a rileggere e a chiedermi e mo chi è sto Alex, salvo poi rendermi conto che eran solo in due ed era rivolto ad Alec. 

Ho scoperto Sarah Morgan tempo fa, vedendo le recensioni della prima trilogia che però non riuscivo mai a trovare. Ho recuperato prima questa e in meno di un mese sono riuscita a leggerla tutta. Ora ho sul comodino i primi due dell'altra trilogia e non vedo l'ora di avere un pò di tempo per leggerli. Mi piace lo stile di scrittura della Morgan, è semplice e leggero. Anche se sono presenti le scene di sesso, sono comunque leggere e mai volgari o spinte. So che la Morgan ha scritto molti libri Harmony ma non credo di leggerli, preferisco questi romanzi. In America è appena uscito il primo della sua nuova trilogia ambientata a New York e io non vedo l'ora che venga tradotto e pubblicato qui in Italia. 

Esiste anche un prequiel di questa trilogia in versione Harmony dove vengono narrate le avventure di Lily in Grecia, la compagna di scavi di Brit a Creta, nonchè amica di Sky. Non credo di leggerlo, visto che è un romanzo a sè...non vorrei rovinarmi il bellissimo ricordo di questo viaggio a Puffin Island. Consigliatissimo a chi cerca una storia di amicizia tra tre donne davvero amiche che sono alla ricerca del vero grande amore. Sono contenta perchè mi ha ricordato la quadrilogia di Nora Roberts sempre con protagoniste quattro amiche che mi era piaciuta un sacco, come questa trilogia.

A presto 
Kris

0 commenti:

Posta un commento

 

MidNight's Books Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang