20 febbraio 2017

Recensione Trilogia Happenstance di Jamie Mcguire






Buongiorno lettori e benvenuti o bentornati qui sul blog! Oggi sono qui per parlarvi di un'intera trilogia di quasi 400 pagine totali. La trilogia in questione è quella della Jamie Mcguire che tutti criticano e quindi io ho deciso di leggerla.


Questi tre libri sono in ordine di lettura (bugia equivoco follia...ordine alfabetico! vi giuro non riuscivo mai a ricordare l'ordine e ho trovato questo trucco per riuscirci). Vi mostro la trama del primo e poi faccio la separazione per chi non l'ha ancora letto e non vuole spoiler. 



Erin è all’ultimo anno di liceo e da sempre si sente diversa. Perché al contrario dei suoi compagni non ha una bella macchina, non veste alla moda, non va alle feste. Perché Erin è cresciuta da sola, con una madre che non riesce a prendersi cura di lei. Il suo unico desiderio è quello di fuggire. Fuggire da quella città, da quella scuola, dagli altri ragazzi che non fanno altro che criticarla. Fuggire e ricominciare da zero. Ma un giorno nella gelateria dove lavora, entrano due occhi verdi che Erin conosce bene. Appartengono a Weston il ragazzo più popolare del liceo. Weston che non ha paura di nessuno e ottiene sempre quello che vuole. Nessuna riesce a resistergli e ora all’improvviso sembra accorgersi proprio di lei. Lei che si è sempre sentita inadeguata e imperfetta. Erin non ha dubbi, non può cadere nella trappola di quello sguardo. Da un tipo così bisogna stare il più lontano possibile. È la scelta sbagliata. Eppure bastano solo poche ore passate a parlare per scoprire che dietro l’immagine di ragazzo forte e invincibile, si nasconde un animo pieno di sogni. Sogni che paiono irrealizzabili come quelli di Erin. Weston è il solo che comprende le sue insicurezze e le sue paure. Il solo che la fa sentire protetta, al sicuro. Ma lasciarsi andare non è facile. Soprattutto ora che una notizia inaspettata ha cambiato ogni cosa. Perché la vita può essere tutta una bugia. Per Erin permettere a qualcuno di avvicinarsi tanto da non avere più segreti è un’impresa ardua. Quasi impossibile.
 
  Titolo: Una meravigliosa bugia
Autore: Jamie Mcguire
Editore: Garzanti
Genere: Young Adult
Pagine: 95
Pubblicazione: maggio 2015
Luogo: Blackwell

 
Quando questo libro era uscito, l'ho snobbato per la lunghezza  e prezzo (solo 95 pagine a 10 euro) ma soprattutto per i commenti supernegativi che tutte le recensioni avevano nei suoi confronti. Questa trilogia è la famosa trilogia che cercavo di comprare da novembre su Libraccio. Ogni volta la mettevo nel carrello e puntualmente dopo 7 gg mi diceva che non c'erano più copie e così ricominciavo. Due settimane fa mi sono arresa e ho pensato di comprarlo con le nuove cover a 5 euro circa l'uno ma almeno erano nuovi. Poi il colpo di fortuna, li trovo tutti e tre usati, li metto nel carrello e cerco altri tre libri che bramavo e dopo pochi secondi dalla conferma erano già disponibili nel mio carrello pronti per essere spediti! Ero commossa dalla gioia...

Sono arrivati venerdì e li ho già letti tutti e tre. I tre libri vanno considerati come un unico libro secondo me e quindi andrebbero pure presi insieme, per non ripanere con la curiosità per troppo tempo. La storia narra le ultime avventure di Erin durante l'ultimo anno di liceo. Erin vive a Blackwell, un paesino di pochi abitanti in Oklahoma (che esiste davvero) dove tutti si conoscono. In quel sperduto paesino, vivono ben tre Erin e tutte e tre nate il 4 maggio. Per distinguere le tre bambine, venivano chiamate per cognome. La differenza tra queste bambine è che due hanno allontanato la terza dopo le elementari, costringendola a subire da allora atti di bullismo da parte di tutta la città. Erin è cresciuta da sola, in una casa sporca e fatiscente con una mamma ubriaca o fatta quasi tutte le sere e senza avere un'idea di chi sia il suo vero padre. La storia inizia poco dopo l'inizio dell'ultimo anno e prosegue fino all'università. La vita di Erin è scandita dalle lezioni, il suo lavoro al locale e la casa in cui vive, nel mezzo atti di cattiveria da sopportare che lei ha imparato a gestire. 

Essendoci la storia d'amore, è ovvio che arriverà un bel ragazzo a salvare la nostra protagonista. Di certo lei non si aspetta che sia proprio il ragazzo più popolare della scuola e che è anche il suo sogno. Il ragazzo in questione è anche uno dei suoi nemici, perchè è il ragazzo di Erin...una delle sue più acerrime nemiche. Nessuno si aspetta quello che poi succede nel primo libro, ma peggio nel secondo perchè in quello si verrà a scoprire che il suo avvicinamento non è stato proprio per un interesse come un vero principe azzurro. Il terzo e ultimo libro poi...ci svelerà la vera forza di Erin, in quanto questa ragazza è da ammirare. Nonostante tutto quello che ha passato nella sua vita e nonostante quello che continua a passare ogni giorno per via di certe persone senza cervello, lei si mostra superiore con testa e intelligenza, oltre che buona educazione. 

Questa trilogia io la considero come un libro solo in quanto è molto molto breve. Il primo libro conta 95 pagine, il secondo 125 e il terzo 156. Io li ho letti in un week end di relax. Come sapete sto leggendo Il cavaliere d'inverno (maddooooooo che protagonisti -.-) che è un pò pesantino e lunghino seppur molto bello, ma avevo voglia di staccare completamente da quel libro. Così ho deciso di leggere il primo, ma finito il primo ero curiosa di proseguire la storia e così li ho letti tutti e tre nel giro di pochissimo. Nel primo libro si assiste al classico colpo di fortuna per una ragazza davvero sfortunata. Alla fine del primo libro ero senza parole per la fortuna che ha avuto. Il secondo libro prosegue esattamente nello stesso istante della fine del precedente e assistiamo alla transizione di Erin dalla sua vecchia vita a quella nuova con l'aiuto di Weston. Il terzo e ultimo libro infine ci da l'idea di quello che aspetta ad Erin nel futuro, ma non sarà più lei a traballare nelle insicurezze, bensì il suo adorato Weston. 

A me sono piaciuti tantissimo tutti e tre e infatti ho dato a tutti 5 stelline perchè comunque ho passato qualche ora piacevole con Erin e Weston. Weston è un pò imprevedibile e sinceramente troppo insicuro e lagnetta, ma è un uomo e quindi tutto normale. 

Non capisco la gente che lo critica, ovvio non è un'opera di letteratura, ma nemmeno una storia così brutta. E' una storia di riscatto seppur con molta fortuna è bella da leggere. Lo stile è fresco, semplice e molto scorrevole come in tutti i romanzi della McGuire. Non so mi sta venendo voglia di leggere altri suoi romanzi e riprendere in mano la saga dei disastri....vedremo. 

Non vi lascio le trame dei seguiti perchè contengono spoiler del libro precedente e perchè io nemmeno le ho lette. Ho imparato a non farmi fare spoiler da nessuno...nemmeno dalle trame.



Titolo: Un magnifico equivoco
Autore: Jamie Mcguire
Editore: Garzanti
Genere: Young Adult
 
Pagine: 95
Pubblicazione: maggio 2015
Luogo: Blackwell
 

Titolo: Un magnifico equivoco
Autore: Jamie Mcguire
Editore: Garzanti
Genere: Young Adult
 
Pagine: 156
Pubblicazione: giugno 2015
Luogo: Blackwell
 


A presto 
Kris

0 commenti:

Posta un commento

 

MidNight's Books Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang