29 luglio 2017

Recensione: Il dominio del fuoco di Sabaa Tahir


Buongiorno readers! Oggi parliamo di un libro stupendo che tutti hanno adorato e fortunatamente la Nord ha deciso di farci avere il seguito dopo quasi due anni dalla pubblicazione del primo...

C'è stato un tempo in cui la sua terra era ricca di arte e di cultura. Laia non può ricordarsene, eppure ha sentito spesso i racconti su come fosse la vita prima che l'Impero trasformasse il mondo in un luogo grigio e dominato dalla tirannia, dove la scrittura è proibita e in cui una parola di troppo può significare la morte. Laia lo sa fin troppo bene, perché i suoi genitori sono caduti vittima di quel regime oppressivo. Da allora, lei ha imparato a tenere segreto l’amore per i libri, a non protestare, a non lamentarsi. Ma la sua esistenza cambia quando suo fratello Darin viene arrestato con l’accusa di tradimento. Per lui, Laia è disposta a tutto, anche a chiedere aiuto ai ribelli, che le propongono un accordo molto pericoloso: libereranno Darin, se lei diventerà una spia infiltrata nell'Accademia, la scuola in cui vengono formati i guerrieri dell'Impero…
Da quattordici anni, Elias non conosce una realtà diversa da quella dell'Accademia. Quattordici anni di addestramento durissimo, durante i quali si è distinto per forza, coraggio e abilità. Elias è la promessa su cui l'Impero ripone le proprie speranze. Tuttavia, più aumenta la fiducia degli ufficiali nei suoi confronti, più lui vacilla, divorato dai dubbi. Vuole davvero diventare l'ingranaggio di un meccanismo spietato e senza scrupoli? Il giorno in cui conoscerà Laila, Elias troverà la risposta. E il suo destino sarà segnato.


Titolo: Il dominio del fuoco
Serie: An Ember in the Ashes #1
Autore: Sabaa Tahir
Editore: Nord
Genere: Fantasy
Pagine: 414
Data di uscita: 2015
 Luogo: 
Accademia di Rupenera




Il dominio del fuoco è stato pubblicato in Italia nel 2015 e io l'ho letto solo adesso. L'ho sempre snobbato perchè pensavo fosse il genere di fantasy che non mi piace, fino a qualche settimana fa quando spinta dalla curiosità di tutte le recensioni super positive mi sono letta in anteprima i primi capitoli. Me ne sono innamorata alla prima pagina e l'ho ordinato subito e l'ho divorato in pochissimi giorni. Mi ritengo fortunata perchè con i seguiti bisogna fare attenzione, ma questo è ormai sicuro per l'autunno e quindi spero di ricordarmi ancora tutto.

Parlare di questo libro è molto difficile perchè è talmente perfetto nella sua complessa costruzione di questo mondo dispotico che non so proprio da dove cominciare.

Laia è una giovanissima ragazza la cui vita viene stravolta ancora una volta quando una notte suo fratello viene fatto prigioniero e accusato di tradimento. Il mondo in cui vive è diviso tra dotti e marziali. I marziali dominano e i dotti sono ridotti alla sottomissione. Laia vive tranquilla con i nonni e suoi fratello, praticando l'umile vita dei dotti quando arrivano i Marziali che le strappano la serenità e la sua quotidianità uccidendo i nonni e rapendo suo fratello che le ordina di scappare e raggiungere la Ribellione. Elias è un giovane marziale, cresciuto nell'accademia di Rupenera e sottomesso alle dure regole dell'impero fin dalla tenerà età. Elias desidera la libertà e a un passo dal diploma è fortemente combattuto sul suo destino.

Questi sono i due protagonisti del romanzo che a prima vista non c'entrano nulla l'uno con l'altro. Ma la nostra autrice ci stupisce perchè sembra narrare due storie diverse ma poi i fili delle due storie si intrecciano impeccabilmente e da due storie, diventano una storia sola. Il romanzo è narrato a capitoli alterni dai due protagonisti e questo aiuta sicuramente il lettore e tenere il passo con tutte le vicende. L'autrice descrive un mondo fantastico, pieno di particolari e con un'attenzione quasi maniacale.
La storia non annoia mai e non è mai mai scontata. Ad ogni pagina non si riesce mai ad individuare cosa possa succedere in quella dopo, lasciando così sempre il lettore sul filo della curiosità.

Un romanzo davvero impeccabile, scritto bene, narrato bene e descrizioni ad hoc fanno di lui un capolavoro. Solo leggendolo mi sono resa conto di quanto sia davvero bello e come tutti i lettori che lo consigliavano avessero ragione. Fortunatamente il secondo libro sta per essere tradotto, ancora un mesetto e sapremo come proseguono le avventure di Laia e Elias e del loro mondo dispotico, perchè dopo un finale del genere non si può.... non si può fare cose del genere al lettore. Questi finali da ti spezzo il cuore e ti lascio rosolare per anni non vanno bene....

A presto 
Kris

1 commenti:

  1. Questa è l'ennesima recensione positiva che leggo del romanzo. Dovrò fare come te, riconsiderarlo e acquistarlo perché 2 anni fa lo snobbai anch'io, non mi chiedere perché. Non ti saprei rispondere. xD

    RispondiElimina

 

MidNight's Books Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang