23 dicembre 2017

Recensione: Tre giorni tre di Josie Lloyd e Emlyn Rees

Buongiorno Readers! Oggi sono qui per parlarvi di un libro splendido che ho letto perchè ambientato proprio in questo periodo.

Le riunioni di famiglia, si sa, possono anche essere piacevoli, a patto però che venga rispettata la regola dei tre giorni. Perché se è vero che l'ospite è come il pesce, che dopo tre giorni puzza, nel momento in cui di mezzo ci sono i parenti la situazione può degenerare fino a diventare esplosiva. Quando decidono di passare il Natale tutti insieme nella vecchia casa delle vacanze estive, su una piccola isola al largo della Cornovaglia, i Thorne sanno già che sotto l'albero, oltre ai regali, troveranno ad aspettarli i rancori, le gelosie e le rivalità che rendono ciascuna famiglia così unica e speciale. Quello che ancora ignorano è che stavolta a nulla serviranno le più sottili arti diplomatiche né la capacità di fingere, tacere e sopportare, perché una tempesta di neve rischia di prolungare quella convivenza forzata ben oltre il tollerabile. E come per una specie di bizzarra legge fisica, mentre la temperatura esterna scende sempre più sotto lo zero, i rapporti tra i Thorne diventano incandescenti, finché la sottile patina di conformismo e ipocrisia che li riveste si scioglie in un torrente lavico di menzogne, tradimenti e dolori troppo a lungo taciuti. Le conseguenze rischiano di essere fatali... 

Titolo: Tre giorni tre
Serie: Autoconclusivo
Autore: Josie Lloyd e Emlyn Rees
Editore: Tea
Genere: Romance
Pagine:341
Pubblicazione: 2007
Periodo: Natale // tre giorni
Luogo: Cornovaglia
 
Questa coppia di autori è una bomba, sono due autori che io adoro alla follia e ho letto tutti i libri che hanno scritto insieme. Sono libri semplici e divertenti ma questo è il mio preferito. 
Tutta la famiglia Thorne si ritrova per tre giorni sotto le vacanze di Natale nella loro dimora estiva in Cornovaglia. Sono solo tre giorni per tutti i componenti della famiglia che non vedono loro che il tutto finisca il più in fretta possibile. I primi giorni tutto scorre tranquillo perchè vengono tenuti nascosti i veri sentimenti, ma poi con la tempesta di neve che blocca tutta la famiglia più tempo del dovuto il gelo rompe la superficie di cristallo che ricopriva tutti i componenti e inizieranno discussioni e litigate, verità dette e non in faccia ai diretti interessati...insomma un mix davvero esplosivo.

Nel romanzo non manca nulla, c'è tutto quello che un bellissimo romanzo deve avere: storia d'amore, liti, complotti, riappacificazione, figli, parenti, amanti, tutto in un mix di Natale con l'amore che dovrebbe prevale su tutto. Leggendo questo libro mi è venuta voglia di rileggere tutti gli altri libri dei due autori, tra cui una trilogia e un altro stand alone. Questo romanzo è anche il più cicciottoso, ma è un vero gioiello. Mi è piaciuto un sacco leggerlo esattamente nello stesso periodo in cui è stato ambientato, certo non ero in Cornovaglia ma va beh, l'immaginazione non manca. La storia è scritta bene, scorrevole e tutti i personaggi sono ben caratterizzati e inseriti in un ambientazione davvero ben descritta e facilmente immaginabile. Se qualcuno vuole leggere un romanzo non tipo Beautiful ma insomma, con una famiglia grande e casinista questo è il libro che fa per voi. 

A presto 
Kris

0 commenti:

Posta un commento

 

MidNight's Books Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang