11 novembre 2017

Recensione: La ragazza nel parco di Alafair Burke

Buongiorno readers! Eccomi oggi con la recensione di un romanzo letto qualche giorno fa. Un bel thriller per cambiare un pò il genere delle letture.

Quando Olivia Randall, avvocato newyorchese, viene svegliata da una telefonata, non ha idea di chi sia la ragazzina che la implora di aiutarla. Ma basta un nome a farle capire. Jack Harris. Il famoso scrittore, padre della ragazzina, accusato di omicidio e ora in cella, in attesa di processo. Jack Harris è un nome che dice troppe cose a Olivia: perché Jack e Olivia hanno un passato. Un vecchio amore finito male vent'anni prima. Un amore di cui lei porta ancora dentro i segni. Di fronte alla richiesta della figlia di Jack, Olivia sa che non ha altra scelta. Aiuterà Jack. A costo di lasciare che lui dia sfogo a una vendetta tenuta a bada per tutti questi anni. Jack non ha un alibi, non ha testimoni, e non ha un motivo plausibile per essere dov'era quando qualcuno ha fatto fuoco nel parco, ammazzando tre persone. E ben presto Olivia sarà costretta a chiedersi se Jack sia davvero innocente, e non la stia manipolando?



Titolo: La ragazza nel parco
Serie: autoconclusivo
Autore: Alafair Burke
Editore: Piemme
Genere: Thriller
Pagine: 316
  Data di uscita: giugno 2016
Luogo: New York
Periodo: Un paio di mesi


Mi mancava un bel libro che mi tenesse incollata dalla prima all'ultima pagina. L'ho letto tutto in un pomeriggio perchè volevo proprio vedere come andava a finire.
Olivia ha dei forti sensi di colpa verso il suo ex Jack e proprio questo motivo la spingerà ad accettare l'aiuto che le chiede una ragazzina al telefono una mattina. La ragazzina disperata le chiede di aiutare il padre, accusato di omicidio. Le prove sono tutte contro di lui, la sua storia non regge eppure Olivia crede che sia innocente. Ecco perchè si butta a capofitto in questa storia per cercare di trovare una soluzione.

E' il primo romanzo che leggo di questa autrice e sono rimasta colpita dall'abilità che ha nello sviluppare un bel romanzo thriller. Fin dall'inizio gli intrecci portano a pensare che Jack sia colpevole, salvo poi cambiare idea, per poi ritornare sui propri passi. Questa sorta di confusione non fa altro che affermare in me l'idea che il libro è talmente ben scritto da confondere l'idea al lettore proprio come vuole la tradizione thriller. I personaggi sono bene descritti e caratterizzati, sono inseriti in un contesto molto dettagliato, ricco di descrizioni che aiuta il lettore a immaginare le scene come se fosse sul posto.

Ultimamente i libri scontati mi stufano. Faccio molta fatica a leggere romance scontati, libri dove si capisce già alla prima pagina come andrà a finire e cose così. Per questo sono rimasta molto colpita da questo libro perchè ho il terribile sospetto che prima o poi finirò nel blocco del lettore. Il libro è ricco di suspense, intrighi e colpi di scena che tengono il lettore con il fiato sospeso fino alla fine. Un romanzo ben scritto, con uno stile scorrevole e frizzante. Sicuramente leggerò anche gli altri romanzi della scrittrice.

A presto 
Kris

0 commenti:

Posta un commento

 

MidNight's Books Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang