15 settembre 2017

Recensione: Il faro degli amori appena nati di Jenny Colgan

Buongiorno readers!! Scrivo di notte perchè è l'unico momento che ho visto che il resto del mio tempo libero lo passo a leggere e voi leggerete questi miei pensieri sparati a caso domani mattina. Il libro di cui vi parlo oggi è l'ultima lettura in ordine di tempo che ho fatto e sto parlando di un libro davvero dolce. 

La scritta in caratteri tondeggianti, su un'insegna vecchio stile; una vetrina con in mostra pane, focacce, bagel, toast e tutto quello di goloso che può essere creato dalla farina. Ecco cosa si può trovare nel Piccolo Forno di Beach Street: un negozietto nato da una bottega abbandonata, sull'isola di Mount Polbearne, al largo di Plymouth, in Cornovaglia. Un'isola dove tira sempre il vento, dove la vita scorre lenta all'ombra di un antico e suggestivo faro ormai spento. Polly Waterford è arrivata qui da poco, in fuga dalla sua vita precedente, decisa a trovare un posto tutto per sé, lontano dalla vita frenetica della città, e a essere davvero felice. E cosa può compiere questa magia se non i dolci, il pane, la farina, e una piccola, graziosa panetteria da riportare in vita? Così, Polly apre il suo negozio, e trascorre le giornate a impastare e infarinare, tra nocciole, zucchero e miele, con una creatività e un entusiasmo che crescono di giorno in giorno, fino a contagiare tutti sull'isola. Eppure, nella vita di Polly, qualcosa manca, la stessa cosa che l'ha fatta fuggire e che si è lasciata alle spalle: l'amore. Perché nel suo passato c'è stato qualcuno che le ha spezzato il cuore. E che ora cerca di dimenticare. Chissà che, all'ombra dell'imponente e romantico faro, col rumore delle onde in sottofondo e lo stridio dei gabbiani, non sia tempo per lei di innamorarsi di nuovo... Da una delle autrici più amate in Inghilterra, dove i suoi romanzi raggiungono regolarmente i primi posti delle classifiche, una storia di dolci, amore e speranza.

Titolo: Il faro degli amori appena nati
Serie: Autoconclusivo
Autore: Jenny Colgan

Editore: Piemme
 Genere: Romance
Pagine: 255
Pubblicazione: marzo 2015
Luogo: Mount Polbearne


Altro libro di rinascita che io adoro alla follia e trovato per caso sullo store online, dovendo leggere qualcosa con la parola faro nel titolo mi sono imbattuta proprio in questa perla. 
La protagonista Polly dopo una delusione d'amore è decisa a ricominciare la sua vita lontana dal caos della città e decide di trasferirsi a Mount Polbearne, al largo della Cornovoglia. Qui si rimette in gioco, riportando in vita una panetteria abbandonata, dedicandoci anima e corpo ma alla fine manca sempre l'amore nella vita di Polly. Chissà se in questo posto così magico c'è spazio anche per questo....

Trovato per caso, amato alla follia e divorato in una notte. Non riuscivo a staccarmi dal telefono e continuavo a leggere, leggere e leggere fino a quando non mi sono ritrovata alla fine. L'ambientazione è qualcosa di magico, di perfetto, talmente tanto perfetto che sembra di essere sul luogo in cui si svolge la scena che stiamo leggendo. Un'altra cosa che mi ha fatto amare Polly è stata l'età molto più simile alla mia rispetto a tutti i libri YA e NA che leggo. Il libro è narrato in terza persona e ci fa conoscere una Polly prima del cambiamento/fallimento e una Polly dopo quando cerca di riprendere in mano la sua vita. Lo stile di scrittura è semplice, fluido e scorrevole. Le pagine si leggono una dopo l'altra senza problemi. Le descrizioni dei luoghi sono qualcosa di magico, l'autrice fa sentire il lettore proprio sul luogo immortalato. Il romanzo scorre fino all'ultima pagina dove troviamo un finale un pò frettolo ma tutto sommato va bene. Il libro è un ricco miscuglio di sentimenti che coinvolge il lettore facendolo piangere o ridere a seconda del momento. Apprezzatissimo e consigliatissimo. Libro favoloso...sono super contenta di averlo trovato per caso. 

A presto 
Kris

0 commenti:

Posta un commento

 

MidNight's Books Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang