07 settembre 2017

Recensione: C'è un cadavere in biblioteca di Agatha Christie





Buongiorno readers! Finalmente settembre, il fresco, l'autunno che arriva... sono felice! Oggi vi parlo di un altro libro di Agatha Christie che ho letto in ebook, piano piano vorrei leggerli tutti. Questo è il primo libro di settembre che finisco e sono anche quasi a pari con le recensioni! Happy Me! :)

St. Mary Mead: un piccolo villaggio isolato nella campagna inglese dall'aria innocua e tranquilla. Eppure anche qui, come spiega la più celebre degli abitanti del paese, Miss Jane Marple, il male può nascondersi ovunque, facendo irruzione anche nella vita degli individui più insospettabili. Lo dimostra il caso del colonnello Bantry e di sua moglie Dolly che una mattina vengono bruscamente svegliati da una cameriera terrorizzata, venuta ad annunciare che, nella biblioteca della villa, è stato trovato il cadavere di una sconosciuta in abito da sera, apparentemente assassinata. Nessuno degli abitanti della casa ha mai conosciuto la vittima, ma allora come spiegare il bizzarro ritrovamento? La polizia, subito interpellata, conduce le sue indagini, ma, ancora una volta, sarà la simpatica Miss Marple, con il suo occhio infallibile e la sua lucida capacità di far luce nei più tortuosi meandri dell'animo umano, a risolvere il caso.



                                                      Titolo: c'è un cadavere in biblioteca

Serie: Autoconclusivo
Autore: Agatha Christie

Editore: Mondadori
 Genere: Romanzo giallo
Pagine: 182
Pubblicazione: 2002
Luogo: Periferia di Londra
Periodo: una settimana

Questo libro mi ispirava da quando ho letto per scuola il primo romanzo di Agatha Christie. SOno riuscita a leggerlo solo ora e sono davvero contenta perchè mi è piaciuto un sacco.
Ci troviamo a casa del colonnello Bantry e della moglie Dolly che stanno ancora dormendo. Dolly sa a memoria tutti i suoni e riti dei suoi domestici per cui a letto aspetta che la cameriera venga a svegliarla. Quella mattina però i passi della ragazza sono più veloci e quando apre la porta le porta notizie sconvolgenti. Nella loro biblioteca è stato trovato un corpo di una ragazza che nessuno ha mai visto. Dolly sveglia il marito che non ha sentito e lui si convince che era un sogno, fino a quando la moglie lo sprona ad andare a vedere in biblioteca. Proprio qui giace a terra il corpo di una giovane donna bionda mai vista prima. Oltre alla polizia, viene chiamata anche l'amica di Dolly, Miss Marple che rimane stupita della chiamata così presto per i suoi rituali. Si scopre subito che la ragazza è una ballerina presso il lussuoso Hotel Majestic dove Ruby, la ragazza trovata morta, aveva facoltose amicizie. In particolare una persona che si era deciso ad adottarla e quindi lasciarle poi l'eredità. Miss Marple riuscirà a scoprire l'assassino, anche in seguito alla seconda morte che si verifica sempre nei pressi dell'hotel in auto data alle fiamme.

Questo libro mi ha preso subito, l'ho letto in pochissimo tempo come mi capita tutti i gialli della scrittrice. Mi piacciono i suoi libri perchè sono brevi e filano lisci come l'olio. Non c'è ancora quell'analisi psicologica dell'assassino o della vittima. C'è una vittima o più di una e bisogna capire chi è stato. Il lettore man mano che legge si fa una sua idea, ma la scrittrice è davvero abile a rigirare le carte ogni volta che vuole. Romanzo godibilissimo in poche ore e consigliato davvero a tutti coloro che vogliono approcciarsi ai romanzi gialli senza però trovarli pesanti. Lo stile è semplicissimo e senza troppi paroloni tecnici, anche perchè ormai hanno più di 60 anni visto che la prima edizione di questo in particolare è degli anni 40. Date una possibilità ad Agatha Christie e non ve ne pentirete.

A presto 
Kris

0 commenti:

Posta un commento

 

MidNight's Books Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang