10 agosto 2017

Recensione: I sette quadranti di Agatha Christie



Buongiorno readers! Come ogni settimana vi propongo il mio solito giallo di Agatha Christie. Ebbene si quest'anno sto leggendo un suo libro ogni 15 giorni e piano piano sto facendo una bella scorta di tutte le sue storie.

Che cosa si può fare se Gerald Wade continua a svegliarsi tardi e a presentarsi per ultimo a colazione? Comprare una sveglia, anzi otto sveglie da nascondergli sotto il letto. Ed ecco quindi che gli amici di Gerald, ospiti come lui in una aristocratica dimora di campagna, sono pronti a organizzare una burla. Lo scherzo però é destinato a tramutarsi in tragedia e per il gruppo di giovani perditempo inizia una drammatica avventura. Ma tra loro c'é anche qualcuno, come la spericolata lady Eileen Brent, che é pronto ad accettare la sfida e a buttarsi a capofitto in una indagine destinata a coinvolgere i servizi segreti e una misteriosa organizzazione di individui pronti a tutto, anche all'omicidio. Come districare il bandolo della matassa? Unico indizio le parole "sette quadranti", il cui significato é quanto mai ambiguo.

 Titolo: I sette quadranti
Serie: Autoconclusivo
Autore: Agatha Christie

Editore: Mondadori
 Genere: Romanzo giallo
Pagine: 210
Pubblicazione: 2003
Luogo: Berkshire, campagna inglese

E' una piccola tradizione che ho inaugurato non volendo, quello di leggere un giallo di Agatha Christie ogni 15 giorni o forse più. Sono romanzi leggeri, senza troppe aspettative che ti regalano un paio d'ore di assoluta spensieratezza perchè bisogna poi trovare il colpevole di ogni delitto o no?
In particolare questo libro narra le vicende che avvengono in un lussuoso castello, la residenza  Chimeys, dove un gruppo di ragazzi a cui è stato affittato sta organizzando una festa. Siamo negli anni 20, nella campagna inglese subito dopo il primo conflitto mondiale. Unico neo in questa splendida situazione è Gerald sempre in ritardo e mai puntuale soprattutto alla mattina per la colazione. I suoi amici decidono di fargli uno scherzo e nascondono in camera sua ben otto sveglie che dovrebbero suonare tutte insieme durante la notte. Il giorno dopo però Gerald è ancora in ritardo e viene trovato in morto in camera sua, avvelenato e una delle sveglie non si trova. Viene poi ritrovata in giardino perchè qualcuno l'ha gettata dalla finestra della vittima. Fanno poi ritorno al castello altri bizzarri personaggi che aumenteranno i misteri di questa morte, ma Bundle, la figlia del marchese che alloggia al castello troverà il colpevole e risolverà il misterioso omicidio, insieme a James e Loraine.

L'abilità della Christie è notevole, semina indizi per tutto il racconto facendo giungere anche il lettore al colpevole ma solo a poche righe dalla fine mai prima, grazie ad abili colpi di scena, ribalta sempre tutte le convinzioni di ciascuno. La storia è sempre narrata dall'esterno in terza persona come tutti i romanzi della Christie, anche se alle indagini della giovane Bundle si mescolano quelle della polizia e quindi è come avere due investigatori diversi.
Devo ammettere che questo libro non mi ha fatto impazzire. Ne ho letti diversi di libri gialli scritti dalla Christie ma questo di sicuro non entra nei migliori. Se qualcuno volesse iniziare a leggere i suoi romanzi di sicuro non inizi da questo perché io l'ho trovato un pò sotto-tono rispetto agli altri che ho già letto. Non so bene se esiste un ordine nel leggerli sinceramente, so che alcuni hanno Poirot e Miss Marple come protagonisti ma che comunque son sempre scollegati dal libro precedente....mi informerò meglio.

A presto 
Kris

0 commenti:

Posta un commento

 

MidNight's Books Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang