11 giugno 2017

Recensione: La ragazza senza passato di Simon Wood



Buongiorno readers! Ed eccomi qui per parlarvi di un ebook davvero inquietante. Come vi avevo accennato dovevo leggere un libro con la parola passato e ne avevo trovati un sacco carini ma che erano tutti in uscita in questo mese di giugno e quindi non avrei fatto in tempo a terminare la mia challenge così ho ripiegato su un libro Newton che sono facili da reperire in ebook e veloci da leggere.


Appena laureate, Zoe e Holli sono partite per un viaggio di divertimenti a Las Vegas. 
Ma durante il ritorno è successo qualcosa di imprevedibile e folle. 
Le due ragazze sono state rapite e trasportate in una sordida camera delle torture. 
Zoë è riuscita miracolosamente a scappare ed è stata ritrovata daltla polizia, confusa e sotto shock. Da allora la sua vita è cambiata per sempre. L'ultima volta che ha visto Holli, l'amica era inerme nelle mani di un sadico killer. Un anno dopo, ancora tormentata dai sensi di colpa, Zoë s'imbatte in un caso su cui sta indagando la polizia, che sembra assomigliare stranamente al suo rapimento. Insieme a un detective molto zelante, Zoë ripercorre i passi di quella fatidica notte nel deserto, sperando che la sua memoria torni e li aiuti a rendere giustizia a Holli. 
Pian piano, si avvicina sempre più all'uomo che l'ha rapita. 
L'uomo che marchia le sue vittime sfregiandole con un coltello. Il Marchiatore. Il killer non ha smesso di aspettarla. E il tempo ha alimentato la sua sete di vendetta.


Titolo: La ragazza senza passato
Serie: Autoconclusivo
Autore: Simon Wood
Editore: Newton Compton

 Genere: Thriller
Pagine: 282
Pubblicazione: marzo 2016

 

Questo libro non è stato proprio il mio genere. Di solito leggo qualche libro giallo dove il delitto è stato già commesso e bisogna solo capire chi è stato, quando e perchè. I thriller invece non li leggo mai perchè mi fanno venire un ansia della madonna. Il pregio di questi libri è che ti tengono incollata alle pagine perchè vuoi assolutamente scoprire come mai sta succedendo quel qualcosa.

La protagonista del libro è Zoe, che insieme alla sua migliore amica si reca a Las Vegas per un week end di festeggiamenti dopo la laurea. Zoe e Holli si fermano in una stazione di benzina sulla via del ritorno e da quel momento la mente di Zoe non ricorda nulla. Si sveglia nuda in un capanno mentre sente le voci della sua amica durante le torture a cui il loro rapitore la sta sottoponendo. Zoe riesce a liberarsi, trovandosi in un capanno diverso, e si avvicina per vedere come liberare la sua amica. La consapevolezza la assale subito, Holli la vede dalla finestra e le fa subito segno di aiutarla. Presa dal panico Zoe scappa per cercare aiuto perchè da sola e nuda non può fare nulla.
Questo fatto sarà la condanna a morte di Holli e Zoe non se lo perdonerà mai. Diciotto mesi dopo, Zoe ha lasciato il suo Master in Scienze Ambientali, viene seguita da psicologi e terapeuti e cerca di salvare il mondo assicurando alla giustizia piccoli ladruncoli in un supermercato. L'angoscia e il peso delle sue azioni sono presenti in ogni riga del libro che viene trattata dal suo punto di vista. In questo libro abbiamo il punto di vista alternato tra Zoe e il suo carnefice, Beck Marshall, un ragazzo profondamente disturbato dal suo passato di violenze subite che tortura fino alla morte le cattive ragazze per punizione.

Un giorno viene trovata un'altra vittima e Zoe sente che è venuto il momento per chiudere definitivamente i conti con il passato e superare la cosa. Quello che mi ha sconvolto è stato il lavoro del Marchiatore. Beck infatti lavora in un centro per animali maltrattati, e qui incontra una delle sue vittime. Una giovane donna che viene a maltrattare i gattini indifesi nelle gabbie. E' stato un romanzo sconvolgente, nel senso che ero talmente scioccata dalla narrazione così cruda e senza tanti giri di parole, che divoravo le pagine seppur erano terrificanti.

La ragazza senza passato è come dicevo un romanzo particolare, in quanto abbiamo già tutti i pezzi del puzzle, ma rimane la tensione per tutto il racconto per la paura che possa succedere ancora. Non sappiamo come mai, ecco il tassello che manca e che dobbiamo trovare leggendo il libro. Il motivo che spinge il Marchiatore a torturare e a firmare le vittime con il coltello è la spinta che fa leggere il libro perchè in fondo lo scrittore ci nomina già chi è la vittima principale, chi è il carnefice, quando e dove è successo.

E' stata una lettura che mi ha fatto venire un ansia e un angoscia fin dalla prima pagina ma adesso è finita e posso tornare ai miei racconti romantici, talmente dolciosi da farti venire la carie solo leggendoli.

A presto 
Kris

2 commenti:

  1. Io invece lo leggerei volentieri e per me sarebbe l'opporto: i romantici dolciosi solo a piccole dosi, una volta ogni tanto e senza esagerare. Buone letture!

    RispondiElimina
  2. Ognuno ha i suoi gusti ma è bello variare ogni tanto :)

    RispondiElimina

 

MidNight's Books Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang